La miopia è il più comune dei difetti visivi ed è caratterizzato dalla difficoltà nel vedere gli oggetti distantanti, mentre non ci sono problemi nel focalizzare gli oggetti da vicino.

Più l’età di insorgenza di questo difetto è precoce, più ci sono possibilità di peggioramento: le statistiche indicano una media di peggioramento progressivo di 0,50 diottrie annue nell’età dello sviluppo.

Fattori genetici e ambientali giocano un ruolo fondamentale nello sviluppo del difetto visivo e nella sua evoluzione.

Da tempo la comunità scientifica sta conducendo ricerche per trovare una soluzione che contrasti efficacemente la progressione della miopia nei giovani e tra i vari metodi studiati troviamo:

-sottocorrezione della miopia

-uso di lenti a contatto gas permeabili

occhiali bifocali o multifocali

-lenti a contatto morbide multifocali

atropina 0,01%

-ortocheratologia notturna

-lenti a contatto gas permeabili per il controllo della progressione miopica

-lenti a contatto morbide per il controllo della progressione miopica

Alla luce di questi studi si evince che la sottocorrezione della miopia non è il metodo migliore per il controllo della progressione miopica, mentre risultano efficaci le metodologie di rimodellamento corneale (ortocheratologia notturna), di controllo dell’accomodazione (occhiali bifocali o multifocali, training visivo, Atopina 0,01%) e le lenti a contatto morbide e gas permeabili per il controllo della progressione miopica che sfruttano la tecnica del defocus periferico miopico come anche l’ortocheratologia notturna.

In conclusione ad oggi esistono diversi metodi per contrastare il problema della progressione della mipia nei giovani.

Presso il nostro centro ottico è possibile utilizzare le tecnologie più innovative per cercare di limitare e nei casi migliori bloccare la progressione della miopia in collaborazione con il medico oculista di fiducia.

La scelta del metodo dipenderà dall’età, dall’entità della miopia e della sua progressione annua e dallo stile di vita del giovane miope.